Visita breve a Gubbio

Ai piedi del Monte  Ingino, fondata dagli antichi Umbri, sorge la città medievale di Gubbio.  Il tour della città può iniziare dal Duomo che sorge sui resti di un’antica chiesa romanica ed è stata costruita intorno al XII secolo per volontà del Duca Bentivoglio. La Chiesa è una vera opera d’arte, al cui interno  custodisce le opere dei maggiori artisti eugubini del Cinquecento.

Di fronte al Duomo sorge il Palazzo Ducale,  in stile rinascimentale e voluto dal Duca di Urbino, Federico da Montefeltro nel 1470. Da non perdere al suo interno è lo studiolo (copia fedele dell’originale esposto al Metropolitan Museum di New York).

La scenografica e panoramica, Piazza Grande, ospita anche Palazzo dei Consoli realizzato in stile gotico.  Al suo interno ospita: il museo comunale, il “campanone” e le “Sette Tavole Eugubine”.

Di nota è la casa di S. Ubaldo (via Baldassini, 38), dove vi abitava il Santo Patrono di Gubbio, e risale ad un periodo fra il Duecento ed il Trecento.  Al suo interno,  ogni 25 anni avviene  il restauro dei “ceri”, protagonisti della famosa Corsa dei Ceri.

Fuori dalle mura  è impossibile non notare il Teatro Romano del I sec. d.C , restaurato fra l’Otto e il Novecento ed ancora oggi utilizzato per spettacoli classici nel periodo estivo.

Per concludere,  vale la pena salire sulla Monte Ingino per  ammirare la Basilica di Sant’Ubaldo che ospita le spoglie del santo ed i famosi ceri.

Non si può andar via dalla città dei matti, senza prendere la “Patente dei Matti”. Raggiungendo Largo Bargello, troverete una fontana attorno alla quale dovrete fare tre giri per ottenere la patente e la cittadinanza eugubina.